ottobre 26

Nessun Commento

(edizione speciale una-tantum a tiratura limitata)
MELARDOT-CASA GIOVENTU’ 7-5 (d.c.r. 3-3 G.Roberto, Cobra, Lorenzino)
GARELLA MONDUZZI 6: il Pinochet della Difesa parte male sul primo gol poi cresce alla distanza fino al roccambolesco finale; almeno 2 punti in meno in pagella per non aver compiuto fino in fondo il dovutissimo linciaggio al maledetto uomo-nero, la cosiddetta maturitA� impedisce un probabile risvolto penale della vicenda.
BEPPE PALERMO 6,5: costante per tutta la partita passa perA? metA� del secondo tempo in apnea tamponando con un retino da pesca la diga del Vajont, abbastanza lucido nel marasmatico finale; ciabattoso dal dischetto ma efficace.
SGARBI GABRI 6,5: parte bene ma poi si nasconde nel momento del bisogno quando i Gioventuniani spingono forte, rendimento fluttuante come un pezzo di sughero abbandonato sul Lamone, viene perA? fuori nel finale con orgoglio.
SANTOS 6,5: argina come puA? lo strapotere del nemico, cerca di usare anche i mezzi rudi in pieno stile british ma l’ammonizione lo limita oltremodo, risoluto e risolutivo dal dischetto.
MR.XXX 6,5: necessita di apposito joystick per essere teleguidato in questo caso risulta efficace, potrebbe usare un po’ di piA? le maniere forti ma non tutti i formaggi si possono grattugiare.
ZAGNO 6+: spesso fuori dal gioco piA? per motivi fisici che tecnici cerca di fare del suo meglio soprattutto sulle palle da fermo che gestisce con la precisione di un ingegnere di Cape Canaveral, epicureo dal dischetto.
VICE DOPPIONOME 6,5: presenza morettiana per la prima parte di gara (obbligatoria la sua presenza ma fastidiosa allo stesso modo) poi cresce alla distanza risultando decisivo nella fase difensiva, non A? la sua partita ma ci crede fino in fondo.
NOT CLEVER BAGIOLI 8: praticamente burattinato per tutta la partita rimane passivo quanto Marrazzo con compagnia trans, diventa perA? l’eroe di giornata parando il rigore decisivo in pieno stile portiere di Subbuteo versione accovacciata.
REAL DOPPIONOME 7-: spesso si assenta quanto un dipendente ENI ma poi entra in quasi tutte le azioni decisive del match, segna uno dei piA? bei gollonzi della storia dei neri.
LORENZINO 7: lotta come puA? usando una cerbottana contro i kalashnikov nemici, gol di pregevole fattura che cambia l’abbrivio della partita; fragile come una confezione di Tuc lasciata in fondo alla valigia A? costretto ad uscire di nuovo anzitempo dal campo per infortunio.
COBRA RANDI 6,5: a volte evanescente come una bottiglia di Ferrarelle lasciata aperta in riva al mare ad Agosto, vende perA? cara la pelle fino alla fine trovandosi prontoall’appuntamento col destino; evita per poco la gogna del dischetto.
ALFA ALFA NG: rischia di essere gambizzato ogni volta osi sorpassare la metA� campo
MC BELL NG: pochi minuti per l’ammunitato del Bounty
MR.S.TISI 7,5: partita che entrerA� nel libro dei racconti, stupidi tatticamente quanto l’ordinanza del Sindaco Matteucci sui bomboloni di Damassa i neri sono perA? ancora capaci di vendere cara la pelle.

Ed ora un commento sull’arbitro:
ALVARO VITALI 1: voto piA? alla pochezza dell’uomo che alle capacitA� arbitrali che ha dimostrato di avere; quando la mediocritA� cerca di prendere il sopravvento sulla querimonia della propria anima il risultato non puA? essere quello di tal siffatta pochezza umana; uno pseudo-protagonismo che cerca di nascondere la piccolezza di questo pidide; il fatto di avere uno scampolo di “potere” non giustifica di certo il poter (anzo voler) calpestare l’onestA� altrui inventandosi provvedimenti ad-personam anche se in Italia sembra la normalitA�. lady era pills zovirax no prescription needed

Commento

Titolo


Messaggio